Posts

,

Più libri più liberi 2017: 2 libri per ragazzi top!

Tra il 6 e il 10 dicembre a Roma si è tenuta la fiera della piccola e media editoria – Più libri più liberi 2017. Un appuntamento imperdibile per gli amanti della lettura e gli inguaribili dello spulcio! Siamo in una sede d’eccezione: La Nuvola di Fuksas, all’EUR.

Un ampio reticolato di stand accoglie per 4 giorni case editrici di media portata ma anche piccole o piccolissime, alle prime armi, quelle che si giocano tutto sulla copertina… e noi amanti dei libri sappiamo quanto può essere irresistibile una copertina!

Dunque cosa si fa alla fiera dei libri?! Passeggi. Trovi posto alla presentazione di un libro che ti piace, chiedi l’autografo all’autore, prosegui. Fai due chiacchiere con gli editori in persona, chiedi informazioni sulle novità proposte, accumuli segnalibri e cartoline, prendi un caffè, ti godi l’evento.

La Nuvola - centro congressi

Più libri più liberi 2017

Se hai bambini, puoi portarli a svolgere qualche attività nell’area appositamente predisposta.

Una zona dello spazio espositivo è riservata agli stand istituzionali: qui si trovano gli stand regionali con informazioni legislative utili a tutti gli appartenenti al settore (editori, scrittori, grafici, librai), cui si affiancano stand di scuole, stand di radio webradio e tv e, quest’anno, con mia grande sorpresa, lo stand della Polizia di Stato.

La Polizia di Stato? e perchè mai?!

polizia scientifica junior e Teen

Luisella Brenda e Linda Polzella

E intorno a questo stand della Polizia di Stato c’era un bel movimento, di quelli che non ti aspetti. Forte del mio pass stampa gentilmente offertomi dall’organizzazione, mi avvicino a due ragazze dall’aria simpatica e chiedo: che succede qui?

Ecco che cosa succede!

Succede che Linda Polzella, operatrice della polizia scientifica – quella fichissima delle fiction, per intenderci – ha scritto un poliziesco per bambini eccezionale! Una storia per bambini che piace anche ai grandi!  Un perfetto manuale per piccoli investigatori scientifici. Un libro che presenta diverse chiavi di lettura e che può essere letto nel verso più comune, dalla prima all’ultima pagina, ma può essere sfogliato e aperto a caso per incappare ad esempio nella pagina che spiega cosa sono le impronte digitali e come nel corso di un’indagine diventano una traccia.

E succede che Linda Polzella incontra Luisella Brenda alias Brendoski: pittrice, disegnatrice, grafica. Lei trova l’ispirazione giusta e cura la grafica di questa storia nel modo più adatto che si potesse pensare.

polizia scientifica junior e Teen

polizia scientifica junior e polizia scientifica Teen

Nascono così due libri:

Polizia Scientifica Junior (per bimbi tra i 7 e i 10 anni) e Polizia scientifica teen (per ragazzini dagli 11 anni in sù) due storie divertenti, stimolanti, intelligenti. Due libri – concedetemelo – necessari, perchè capaci di introdurre, nel ventaglio di stimoli cui i nostri figli attingono ogni giorno, degli input di Educazione sana e giusta. Una versione smart della più classica educazione civica, ahimè quasi dimenticata.

 

i premi

polizia scientifica junior e Teen

i premi

Complimenti, davvero brave!

Dunque anche quest’anno la fiera è riuscita bene, l’anno prossimo ricordatevene e partecipate anche voi! Per noi è ormai un appuntamento imperdibile.

ecco il link al post sulla fiera del 2016: Più libri più liberi: una festa cristiana 

per quanto riguarda le nostre autrici qualche link se vi interessa contattarle:

https://www.facebook.com/Polizia-Scientifica-Junior-Polizia-Scientifica-Teen-104730883449177/

http://linda-polzella.stores.streetlib.com

,

I fiori di Nico: profumi e fragole

La domenica pomeriggio si finisce sempre col fare un po’ di giardinaggio con i bambini! Sono riuscita ad appassionare anche il Piccolo Esploratore, entusiasta per le due piantine di fragole che abbiamo invasato nell’angolo buio della terrazza. Sì, l’angolo brullo, la fossa delle marianne! In ogni terrazza c’è una fossa delle marianne: l’angolo dove non arriva mai il sole, o solo per qualche minuto al giorno, a seconda della stagione. Ho pensato che le fragole, naturalmente, crescono nel sotto bosco. Un ambiente umido e poco illuminato. Chissà che non riescano ad attecchire anche nella nostra terrazza..! Lo scopriremo.. Read more

Roma

Roma la ami. La ami e la odi. Perché vorresti amarla di meno. Non amarla affatto. Mollarla, andare via. In un piccolo centro. A misura d’uomo. Trasferirti. Altrove.
E invece resti. Ne sei coinvolto. Resisti. Irretito da quella sensazione forte di presenza nella Storia che solo essa infonde.
A Roma, stai. Ci sei, ci sei stato, ci sarai. Ti senti padrone del Tempo, mentre la vita ti sfuma tra le dita, tra l’attesa di un bus, di un parcheggio, di un’udienza, del tuo turno alla cassa, del tuo posto nel mondo. La luce filtra attraverso le chiome dei pini. Sorridi. Pensi ad una benedizione superiore. Innata attitudine dell’Eterna all’arte cinematografica.
Nel mitologico incanto passeggi, ti perdi. Scordi il disincanto, ti riconcili al suo cospetto.

 

 

Monticiana

Rione Monti Roma

Sorpresa e lusingata dal repentino aumento di lettori che queste pagine hanno visto negli ultimi tempi, mi fa piacere ribadire il significato del nome del blog, Monticiana, che forse non è chiaro ai più. Read more

Italiani in Italia: Gaia e Roma, la Città che crea dipendenza

Italiani in Italia

Con grande piacere vi presento questo nuovo capitolo di ITALIANI IN ITALIA, la rubrica che ho pensato per raccontare di chi resta – a Roma o in Italia – nonostante la tentazione ormai sempre più pressante di andare a cercare altrove miglior fortuna.

      Ricomincio con lei, Gaia Biancucci: una mamma in fieri, ma prima ancora un’architetto che ha deciso di tramandare la professione del padre proprio qui a Roma, dove è cresciuta e dove è stata inevitabilmente educata al bello. Già, perchè crescere a Roma vuol dire abituarsi a dei canoni di bellezza straordinari, al palesarsi di maestose archeologie da scorci ritagliati negli intricati dedali di vicoli e scalette che danno forma ai rioni più antichi della città, in un ritmo galoppante che lascia senza fiato e dà dipendenza. Ecco quindi qui di seguito, per me, per lei e per voi lettori più affezionati, una bella intervista inedita. Read more

,

Tramontana Romana

In balia di questa tramontana che ha tenuto tutti, in particolare noi genitori di bimbi piccoli, chiusi in casa per l’intero week end, nel cuore pulsante dei focolari domestici romani si dà vita a conversazioni di ampio respiro: Read more

, ,

Più libri più liberi: una festa cristiana

Trascorrere l’otto dicembre alla fiera dei libri, ripensandoci, è stata la cosa più cristiana che potessimo fare in questo primo lungo fine settimana di feste natalizie.

D’altronde, cosa ci ha offerto la nostra amata città?

Nessuna valida alternativa al consumismo più sfrenato: giri per le grandi e polpose cineserie annidiate lungo le vie del nostro meraviglioso centro, turismo accalcato fuori e dentro i poli culturali di massimo spicco, un’ammiccante Casa-di-Babbo-Natale, esclusiva al limite dell’offensivo – come del resto i bei concerti proposti negli Auditorium, forse 2 bancarelle a piazza Navona da cui abbiamo preferito star lontani per evitare, proprio nei giorni di festa, di dover fare a spallate con le altre persone, sempre perchè ci consideriamo cristiani dignitosi, non bestiame in ecopelle. Read more

Certe Serate Romane

tramonto Roma estate

E poi una terrazza
Carezze di ponentino
Sushi delivery
Profumo di pini
Due sorsi ghiacciati
Parole a fiumi

Vanno così
certe serate romane

,

Una giornata all’ EXPO Milano 2015

Ciao a tutti!

sapete? siamo stati all’Expo! E devo dire che ne è valsa la pena.

Prima di partire ho cercato informazioni su web e cartaceo per capire di cosa si trattasse effettivamente, quanto e cosa valesse davvero la pena vedere, che tipo di biglietto comprare e quanti giorni dedicarvi. Vi dirò, pur avendo letto tanto, non ero riuscita a farmi un’idea precisa. Questo perché L’Expo Milano 2015 occupa uno spazio molto ampio e così denso di ogni forma di informazione ed esperienza che una volta entrati non resta che orientarsi con la propria mappa, e dirigersi verso i padiglioni assecondando le proprie curiosità.

Read more

,

Scatoloni e boccate d’ossigeno

Tra uno scatolone e l’altro, proprio ora, davo una sbirciatina ai siti di proposte culturali e di intrattenimento romani, così, per pregustare il rientro. Tra un click e l’altro sono arrivata a scoprire che al MAXXI son tornate le LECTIO MAGISTRALIS di FOTOGRAFIA. Più precisamente, il 21 aprile saranno esposte ed argomentate le fotografie di Letizia Battagliala fotografa palermitana che ha immortalato la sua (nostra) terra dalla prima linea con scatti in bianco e nero impressionanti.
Immagini aspre e poetiche al contempo come solo una donna è capace di fare;
come solo la Sicilia è capace di regalare;
come solo l’occhio di una donna siciliana è capace di cogliere.

Letizia Battaglia Read more