Posts

Giardinaggio e dintorni

Riacquisire periodicamente il contatto con la natura, giova a corpo e spirito. In una tiepida giornata di aprile, prendersi cura delle proprie piante, stancare le braccia, sporcarsi di terra, accumulare ossigeno, usare le mani, farsi sfuggire qualche risata… E’ questo probabilmente il modo migliore per scrollarsi di dosso malumori e tensioni accatastate nei mesi freddi. Per pensare. Per non pensare affatto. Per essere felici.
In un quadernetto di annotazioni, poi pubblicato con il titolo “Scritto in un giardinoMarguerite Yourcenar scrive:

“Le radici affondate nel suolo,
i rami che proteggono i giochi degli
scoiattoli, i rivi e il cinguettio degli
uccelli; l’ombra per gli animali e gli
uomini; il capo in pieno cielo.
Conosci un modo più saggio
di esistere?”

Read more

, ,

Radio Monticiana: Primavera ed altri titoli ficcanaso.

Radio Monticiana

[il mio semi-post sulla primavera, è stato sabotato in corso di preparazione dal Piccolo Esploratore. Evviva! La maggior parte di voi mi segue via mail, quindi non posso tornare indietro e il post rimarrà pubblicato. Se vorrete, potrete leggere quello che stavo scrivendo… a presto! ]

Read more

Martenitsa, cicogne, colori…

In Bulgaria, circa un anno fa, ho imparato a riconoscere le bianche cicogne dal lungo becco giallo!
Arrivano in primavera, per svernare nel grande verde incontaminato che questa terra vicina al mar Nero, offre con generosità. Vedere la prima, pare sia di buon auspicio. Si tratta di uno dei riti legati alla Martenitsa, la festa del 1° marzo che tutti qui attendono con grande entusiasmo. La città si è già vestita di bianco e di rosso e nonostante il grigio non ci dia tregua, in cuor nostro sappiamo che una nuova primavera è lì, dietro l’angolo e reca in mano un bouquet di rose e di viole. Read more

Radio Monticiana – Keep on movin’

 

Nel dubbio, oggi un po’ di Bob non ce lo leva nessuno!

Prego, servitevi 🙂

, , ,

L’uomo delle stelle

Da bambina mi dilettavo nel realizzare collanine e braccialetti con perline colorate.  In inverno, sì, capitava, ma era l’estate la stagione più produttiva. Osservavo quel tripudio sfaccettato di colori brillanti, tagliavo il filo elastico della lunghezza che avevo deciso ed iniziavo ad infilare le perline rispettando la sequenza stabilita. All’ultimo giro, regolarmente, invertivo la sequenza o inserivo una perlina dispettosa. Avevo deciso che quella era la mia firma. Mi piaceva così!

Ora starete pensando da dove è uscito fuori il titolo di questo post, e io ve lo spiego.

Verso metà della settimana scorsa avevo deciso, tutta contenta, che lunedì avrei lanciato un bel post sul week end, che già pregustavo immaginandolo ricco di novità, qualche avventura e spunti interessanti da condividere con voi.

La verità è un’altra: Read more

Spring soul

20140401-151452.jpg
Nothing else.

Esprimo un desiderio

Le prime luci del mattino, una tazza di latte bollente e questo pc: è un buongiorno!

Non pensavo di scrivere qualcosa proprio oggi… poi apro il giornale e mi balena davanti agli occhi l’ennesimo articolo di denuncia sull’uso improprio che le donne fanno della chirurgia estetica in ogni parte del mondo (http://d.repubblica.it/beauty/2014/03/24/foto/chirurgia_errori_corpo_donna_fotografa_sudcoreana_ji_yeo2065153/6/C#share-top ).

20140325-165827.jpgL’articolo si riferisce ad un episodio accaduto in Corea del Sud, ma le donne italiane non sono da meno: lo sappiamo.

Qui in Bulgaria, la chirurgia estetica è diventata una questione di status sociale – se non puoi farti un ritocchino non sei nessuno: “quindi, per favore, caro chirurgo, che si noti almeno un pochino, con quello che spendo!”

Il tema è vasto, complesso e molto delicato; non pretendo certo di risolverlo io, adesso, qui, mentre faccio colazione.. scriverne però servirà a focalizzare uno spunto di riflessione.

Le donne sono tutte belle! già solo per la semplice circostanza fortunata (fatemelo dire!) di essere nate donne. Ma quando lo capiremo tutte?! quando sarà concesso allo spirito femminile di vivere serenamente la propria forma nel proprio tempo, godendo a pieno della propria vita? Read more

, ,

È arrivata!!

 20140314-143632.jpg

Ragazzi, a furia di chiamarla, la primavera è arrivata davvero!! Da un paio di giorni tanto sole, tanti passeggini, tante risatine… Il parco pullula di ogni varietà di persone!!
Mi piace!! L’atmosfera è quella tranquilla delle cittadine di mare, le persone appaiono miti, serene.. Bene!
Si comincia a ragionare!
Durante le mie lunghe passeggiate cerco un bel negozio di musica: ancora non pervenuto. Purtroppo durante una cena in un locale anche molto carino, caratteristico, per omaggiare il nostro gruppone di italiani i gestori hanno girato musica italiana… Si, avete capito: minghi, Toto Cutugno, ricchi e poveri, Albano con e senza Romina… Vabè “Graziee eh!? Torneremo!!!”

20140314-143712.jpg

,

Bulgaria: Martenitsa (la festa marzolina)

Antiche tradizioni vogliono che, qui in Bulgaria, il mese di marzo sia dedicato interamente all’arrivo primavera. Il primo del mese si festeggia Baba Marta ed anche se la lingua locale è molto diversa dalla nostra, il suono infantile di queste parole non può che evocare qualcosa di piacevole. Ed è proprio così: la parola baba vuoldire nonna mentre marts indica chiaramente il mese di marzo. come ogni antica tradizione che si rispetti, anche baba Marta ha i suoi simboli. Le strade di Burgas sono infatti piene di banchetti dove è possibile comprare per pochi centesimi braccialetti ed ammennicoli di ogni genere bianchi e rossi che le donne devono comprare per gli uomini e per sè stesse in segno di buon augurio. Sono i martenitsa e chi li indossa non deve toglierli se non ha visto la prima cicogna, la prima rondine o il primo albero in fiore: tutti chiari segnali di una primavera ormai alle porte! quando soffri il freddo e vivi in un paese molto freddo e avvolto dalla nebbia è bello che ad ogni angolo della strada qualcuno stia lì a ricordarti che tra poco cambierà..

Bianco e rosso vi dicevo.. Read more