Articoli

Sull’essere mamma…

Sei Mamma, quando del loro peso tra le braccia non ne puoi più fare a meno…

(qualche link a tal proposito)

Di notti insonni, di galassie e di vecchi materassi di campagna

Mamma, che bello essere figlia!

Motherhood

Cosa (non) c’è nella mia borsa.

Una tata in prova (o meglio) come sbirciare senza farsi notare!

Ciao,

Mamma Nico

 

Italiani in Italia: Gaia e Roma, la Città che crea dipendenza

Italiani in Italia

Con grande piacere vi presento questo nuovo capitolo di ITALIANI IN ITALIA, la rubrica che ho pensato per raccontare di chi resta – a Roma o in Italia – nonostante la tentazione ormai sempre più pressante di andare a cercare altrove miglior fortuna.

      Ricomincio con lei, Gaia Biancucci: una mamma in fieri, ma prima ancora un’architetto che ha deciso di tramandare la professione del padre proprio qui a Roma, dove è cresciuta e dove è stata inevitabilmente educata al bello. Già, perchè crescere a Roma vuol dire abituarsi a dei canoni di bellezza straordinari, al palesarsi di maestose archeologie da scorci ritagliati negli intricati dedali di vicoli e scalette che danno forma ai rioni più antichi della città, in un ritmo galoppante che lascia senza fiato e dà dipendenza. Ecco quindi qui di seguito, per me, per lei e per voi lettori più affezionati, una bella intervista inedita. Continua a leggere

Italiani in Italia: Studio83 (onestà e competenza nel mondo dell’editing)

Italiani in Italia

Giulia Abbate. Classe '83. Italiana, in Italia.Buongiorno a tutti cari amici,

con mia grande gioia siamo giunti al terzo appuntamento con questa rubrica mediante la quale propongo storie di italiani a me contemporanei, in gamba, capaci, che riescono trovare realizzazione pur rimanendo nella nostra amata difficile terra del sole. Circostanze fortunate vogliono che io ne conosca tanti personalmente e con orgoglio, nel tempo, ve li presenterò un po’ tutti.

Giulia Abbate, la prima dell’appello in classe, si occupa di editing e appena le ho chiesto di poter scrivere di lei e della sua agenzia letteraria mi ha subito corretto: “beh, Nico, devi farmi delle domande”.  Uhm!

Dunque, ecco per voi (e anche per me) la mia prima intervista:  Continua a leggere

,

Una tata in prova (o meglio) come sbirciare senza farsi notare!

20140624-124648-46008788.jpg

…e avrei già detto tutto ma, parliamone .

23 anni. Senza esperienza, se non qualche fantomatico nipotino – Tutte, hanno nipoti come se piovesse. Io stessa, prima che nascesse il Piccolo Esploratore, avevo passato un pannolino a mia zia che si organizzava per cambiare il mio adorato cuginetto, ora aitante ventenne. Sì: una ventina di anni fa. D’altronde è la prima cosa che ho detto a Lui, mentre mi guardava, scettico, dall’alto del suo fasciatoio, con la penna rossa in mano, la prima volta che ho dovuto cambiargli il pannolino: “dolcissimo figlioletto mio adorato, l’ho già fatto, sai?” Continua a leggere

Radio Monticiana – Di leggerezza e dintorni

Realizzazione Kyakodesign

Ci sono momenti, giorni, poche ore o lunghi periodi in cui più che mai si ha bisogno di leggerezza. Non parlo di quella insostenibile e lucida come uno specchio che non offre appigli. Parlo di quella costruttiva. Di una delicatezza pensata, gentile,  dedicata. Mirata appunto ad infondere leggerezza negli animi aperti ad accoglierla. Continua a leggere

Lovely book award 2014

Ringrazio la blogger di “bolle di sapone” per la nomination, che ricevo con piacere e sorpresa! E’ previsto, poi Continua a leggere

, ,

note tecniche per un viaggio baby-friendly

Prima di parlarvi di Sophia, vorrei annotare qui qualche passaggio tecnico cui abbiamo dovuto pensare per rendere il trasbordo il più possibile BABY-FRIENDLY. Tornerà utile a me quando dovremo partire di nuovo, e magari anche a qualche mamma che passerà tra queste righe.

Tutto nasce dal fatto che per arrivare a Palermo avremmo dovuto prendere tre aerei ma, se fossimo riusciti ad evitarne uno, per Gabriele sarebbe stato meglio. E quando un genitore decide che QUELLA è assolutamente la cosa migliore per il proprio figlio, QUELLA  convinzione non gliela leverai mai dalla testa! E così è stato!

La tempistica da noi pensata e seguita è stata la seguente:  Continua a leggere

Lovely blog award

AWARD 2014

Immagine

♡ “Lovely Blog” Award ♡

Ringrazio BOLLE DI SAPONE per questo riconoscimento! Ho lanciato il blog qualche mese fa, febbraio 2014. Ho cominciato per divertimento e con divertimento continuo. Mio e di coloro che mi seguono! 🙂 Continua a leggere

Motherhood

Essere madre: ovvero quando tuo figlio si fa un graffio e tu non capisci più niente!

Ps: Come spesso accade l’inglese è più efficace nel descrivere una condizione, uno stato d’animo o un vissuto. Nei dizionari la parola “motherhood” è tradotta con la parola italiana “maternità” il cui significato, nel nostro paese ha diverse accezioni che per oggi non ci interessano.