Pillole di buon senso!

Durante la parentesi romana, ovviamente non ci sono mancate incombenze burocratiche e faccende di varia natura da sbrigare. In particolare era per me fondamentale portare il Piccolo Esploratore dal pediatra. Avevo preso appuntamento un mese prima. Non che lui abbia qualche problema, anzi. Sarà per il gran freddo provato durante il passato inverno, sarà che di sangue siculo ne ha solo per metà: ma il Piccolo Esploratore scoppia di salute. Non ha mai preso neanche un accenno di raffreddore! Se me lo avessero detto a Gennaio, mentre preparavo le valigie per la grande partenza, non ci avrei mai creduto.
Ad ogni modo, dato che qui, andare dal pediatra richiede un’organizzazione che tra le altre cose, coinvolga anche una traduttrice, ho deciso di non portarlo se non strettamente necessario. Così, poiché non ha visto pediatri per mesi, mi sembrava opportuno fare un punto della situazione. In italiano. Tanto per non innescare dubbi, vi dico subito che la visita è andata bene. Ovviamente, una volta tornati in Italia, potro cominciare a farlo mangiare in modo meno asettico. I vasetti di omogenizzati, per quanto siano perfettamente equilibrati nei loro dosaggi, sono privi di quei simpatici batteri che ci rendono un po’ più immuni da grandi. Recupereremo!

Quello di cui volevo parlarvi, però è questo: nella sala d’attesa del nostro pediatra mi soffermo sempre a guardare questo poster che elenca delle massime sull’educazione dei bambini. Mi piace rileggerlo tutto, ogni volta. E mettere una graffetta immaginaria sui punti che che credo di aver rispettato e un segno rosso dove penso di aver prestato minor attenzione. Ora lo annoto qui sul blog e lo metto a disposizione di voi che passate a leggere. Perchè, si sà, tutti sbagliamo, ogni tanto. Ma nulla ci impedisce di fermarci a riflettere. Quando il buonsenso vacilla, bisogna mettere nero su bianco priorità, criteri e principi fondamentali. Perchè i vizi di questi tempi ci circondano come una fortezza; la velocità, l’uso improprio della tecnologia, ci fanno dimenticare quali sono veramente le cose importanti della vita. E non devono essere i nostri figli a subirne le conseguenze. Essere nati negli anni 2010 dev’essere un vantaggio per loro, non un problema di cui farsi carico già da così piccoli. Vi elenco le massime qui di seguito.
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. Se ne aggiungereste delle altre o se ne trovate di superflue.

– Se un bambino vive nella critica, impara a condannare.
– Se un bambino vive nell’ostilità, impara ad aggredire.
– Se un bambino vive nell’ironia, impara ad essere timido.
– Se un bambino vive nella vergogna, impara a sentirsi colpevole.

– Se un bambino vive nella tolleranza, impara ad essere paziente.
– Se un bambino vive nell’incoraggiamento, impara ad avere fiducia.
– Se un bambino vive nella lealtà, impara la giustizia.
– Se un bambino vive nella disponibilità, impara ad avere una fede.
– Se un bambino vive nell’approvazione, impara ad accettarsi.
– Se un bambino vive nell’accettazione e nell’amicizia, impara a trovare l’amore nel mondo.

I bambini imparano ciò che vivono.

Chiaro?
Un buon fine settimana, cari.
Ciao! 🙂

0 replies
  1. viola
    viola says:

    Buongiorno , penso che per essere buoni genitori , bisogna sempre ricordarsi il bambino che noi eravamo.Purtroppo la maggior parte dei genitori sono stressati per motivi di lavoro , e altre problematiche come il rapporto di coppia eccetera …buon fine settimana .

    Reply
  2. Sergio
    Sergio says:

    Buon buon buon senso!!!! Non bisogna puntare ad essere “buoni”-“bravi”-“migliori” ecc.. ma semplicemente Genitori ovvero persone che ascoltano, consigliano, parlano, e soprattutto sbagliano perche’ anche dagli errori si e’ di esempio, basta semplicemente ammetterlo.
    La tecnologia ci e’ di aiuto ma non deve e non puo’ sostituire la persona perche’ le risate, gli abbracci ed il solletico non sono ancora riusciti ad inventarli….. le urla, quelle si!!!..purtroppo…

    Reply
  3. rosi
    rosi says:

    Ciao Nicoooo è un amore questo blog…♡ e, sopratutto, interessantissimo ;-). È bello poterti “seguire” da lontano!
    Spero di riuscire a crescere il mio piccolo seguendo queste massime di vita…anche se sbagliare ahimè non è difficile. ..

    Reply
    • monticiana
      monticiana says:

      Ciao!! Grazie, ma tu sei una super mamma!!! Impossibile avere dubbi!!! Crescerai un ometto!! Speriamo di farli incontrare presto… In una bella spiaggia delle nostre magari… 🙂 a presto! Ti abbraccio!!

      Reply
  4. Stefania
    Stefania says:

    Eccolo! E capita a fagiuolo: proprio stamattina una bella sfuriata! È così difficile liberarsi dall’oppressione del tempo che vola e delle cose da fare, ed essere così più sereni verso i nostri piccoli. Dobbiamo cercare di essere delle persone migliori per loro, lavorare costantemente su noi stessi, ma è dura!

    Reply

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply to rosi Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *